Home / Eventi e cultura / ‘Folk Aurora’ music for lovely people, rassegna al cinema Aurora di Livorno
Filippo Gatti Aurora

‘Folk Aurora’ music for lovely people, rassegna al cinema Aurora di Livorno

“FOLK AURORA” music for lovely people. Rassegna di musica folk all’ex Cinema Aurora

Filippo Gatti in concerto a “FOLK AURORA” all’ex Cinema Aurora Livorno

Ha realizzato con Bobo Rondelli quel disco gemma che è “Per amor del cielo”, finalista al Tenco nel 2009. Filippo Gatti è un cantautore, musicista e produttore discografico romano, che torna a Livorno, accompagnato da Fabio Marchiori al pianoforte. E dopo il concerto via al “Microfono aperto Folk party”: palco libero, estemporaneo, in mano a tutti quelli che hanno voglia di esibirsi.

Folk Aurora programmaFILIPPO GATTI nel 1994 fonda il gruppo rock Elettrojoyce, con i quali pubblica tre dischi (nel 1996 “Elettrojoyce”, nel 1999 “Elettrojoyce (2°)” e nel 2000 “Illumina”). Nel 2003 pubblica il suo primo disco solista, “Tutto sta per cambiare”, con il quale chiude un’ideale quadrilogia discografica ispirata alle quattro nobili verità della filosofia buddista ed apre un nuovo ciclo minimalista e di ricerca sulla canzone d’autore italiana. Nel corso degli anni collabora in qualità di autore, arrangiatore, musicista e produttore artistico con nomi quali 24 Grana, Andrea Rivera, Banco del Mutuo Soccorso, Bobo Rondelli (in “Per amor del cielo”, 2009, è il disco arrivato in finale al Premio Tenco), Bruno Lauzi, Collettivo Angelo Mai, Giulia Anania, Marina Rei, Riccardo Sinigallia e la poetessa Elisa Biagini. Nel 2012 esce il suo secondo disco solista, intitolato “Il pilota e la cameriera”, registrato negli studi dello stesso cantautore a Manciano, in Maremma, e missato a Dublino. Il primo singolo estratto è “Tutti mi vogliono quando mi va bene”, con videoclip diretto dal team creativo Videns.

“Folk Aurora” nasce con l’intento di colmare un vuoto: riportare al centro la musica folk, con un evento che non ha simili in Toscana e propone artisti di richiamo nazionale ed internazionale. Nel triangolo assiomatico, la musica folklorica si distingue dalla musica colta e da quella popolare per il fatto di esprimere e fuoriuscire da culture locali non condizionate dai media e dall’industria. Non cultura di massa, quindi, e neanche logiche di consumo: piuttosto un recupero delle identità e del valore di rapporti e forme comunicative che si rifanno alla trasmissione orale. “Viviamo un periodo difficile, in cui è necessario tornare a un linguaggio più semplice, nudo e popolare, anziché incatenarsi ai binari del pop. In tempi di crisi, meglio Woodie Guthrie che Beyoncé”.

Ecco i prossimi appuntamenti in calendario. Dopo Filippo Gatti, nel mese di novembre saranno ospiti della rassegna i Jester at work (22/11). A dicembre: venerdì 6 Marti, il 13 Cesare Carugi e venerdì 20 Stella Burns, nome d’arte di Gianluca Maria Sorace (voce livornese, membro degli Hollowblue), concederà l’anteprima assoluta del suo atteso album d’esordio.

Dopo ogni concerto c’è il “Microfono aperto Folk Party”: palco libero, estemporaneo, in mano a chi ha voglia di esibirsi. Contattaci per prenotare la tua esibizione, alla pagina facebook “Folk Aurora”.

Per info: Ex Cinema Aurora, v.le Ippolito Nievo 28  – excinemaaurora@gmail.com