Home / Eventi e cultura / FIRENZE – Tender Club, Sabato Les Tigres Du Futur gratis
Les Tigres Du Futur

FIRENZE – Tender Club, Sabato Les Tigres Du Futur gratis

Sabato 1 marzo 2014 – apertura ore 21,30 – concerto ore 22
Tender Club – via Alamanni, 4 – Firenze – ingresso libero
LES TIGRES DU FUTUR
Afterhsow Fulci dj

La passione per i b-movies e per certa letteratura noir, incendiata da un garage rock ruvido e incalzante, per non parlare dei live selvaggi, delle tastiere acide e delle chitarre dirompenti. Immaginate una sorta di Calibro 35 in salsa francese. Solo che i francesi Les Tigres Du Futur ci erano arrivati con una quarantina d’anni di anticipo.

Una sorta si ritorno al futuro, quello di Jo-Bernard Castagneri e compagni, fortemente voluti e infine ottenuti dal Tender Club, per il sabato primo del mese di marzo.

Il disco “Collection Illusions Sonores Volume 1” avrebbe dovuto vedere la luce nel 1972, ma la storia del rock è sempre stata costellata da artisti dal percorso sotterraneo, che senza mai arrivare al gran giorno hanno influenzato decine di formazioni e generazioni. Castagneri è tra questi. Un eccellente oublié delle enciclopedie della musica che come un Doc del cinema ha continuato ad lambiccare suoni e nastri nel suo rifugio. Fino all’anno di grazia 2013, quando l’album è stato finalmente pubblicato.

Dove finisca la leggenda ed inizi la storia, nessuno e in grado di dirlo. Resta un sound ben congegnato e ottimamente interpretato che veleggia sul surf sci-fi dei Man Or Astro-Man?, sul funk urbano del James Taylor Quartet e sulle atmosfere occulte dei Goblin.

Ascolta Collection Illusions Sonores Volume 1
http://lestigresdufutur.bandcamp.com/

Guarda Les Tigres Du Futur “La galaxie de la frayeur”
https://www.youtube.com/watch?v=5REeKyQtjFs

Carlo Casini

Giornalista pubblicista, collabora con varie testate e siti come ChiantiSette, BisenzioSette , Isolottolegnaia.it. Sociologo di formazione ed esperto intervistatore, ha lavorato nel mondo della ricerca sociale, del terzo settore e della comunicazione, ma anche nell'ambito agricoltura, ambiente e venatoria. È stato collaboratore direttivo per la Regione Toscana e ha collaborato con Caritas, Mcl, Noi. È innamorato della propria terra, ama il contatto con la natura , riscoprire angoli dimenticati e tradizioni.