Home / Eventi e cultura / FIRENZE – In Consiglio Regionale il libro “La quotidianità” di Franco Cerri
tra sacro e profano
tra sacro e profano

FIRENZE – In Consiglio Regionale il libro “La quotidianità” di Franco Cerri

Presentazione domani, mercoledì 3 aprile alle 15.30, in Sala Gigli di Palazzo Panciatichi (via Cavour, 4 – Firenze), con il consigliere regionale Giuseppe Del Carlo

Firenze – “Tra sacro e profano a Lucca e dintorni, graffiature 2” (Maria Pacini Fazzi editore), questo il titolo del libro che sarà presentato domani, mercoledì 3 aprile alle 15.30, in Sala Gigli di Palazzo Panciatichi (via Cavour, 4 – Firenze). Una raccolta di avvenimenti ecclesiali e civili, dal 2002 al 2012, rivisti in chiave ironica e satirica, per l’ultimo lavoro di don Franco Cerri, attento osservatore della quotidianità e collaboratore di alcune riviste e giornali tra cui Toscana Oggi.

Gli spunti sono quelli della vita di tutti i giorni; non sola la religiosità, ma anche la crisi economica e i fatti della cronaca narrati con sottile umorismo. L’autore pone attenzione ai tanti fatti della vita ecclesiale e civile di “Lucca e dintorni”, che spesso passano inosservati e che vengono commentati in maniera divertente, ma sempre nel rispetto delle persone e delle istituzioni. Il volume fa seguito alla precedente raccolta di graffiature, edita da Toscana oggi, che portava lo stesso titolo. Don Cerri, oltre che a Lunata, è stato parroco in varie altre zone della provincia di Lucca, missionario in Ruanda e direttore della Caritas Diocesana. Alla presentazione a Palazzo Panciatichi interverranno Giuseppe del Carlo, consigliere regionale; Massimo Lucchesi, giornalista RAI; Maria Pacini Fazzi, editore. Sarà presente l’autore.

fonte: Ufficio Stampa Consiglio Regionale Toscana

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.