Home / Cronaca / FIRENZE – C’è traffico, partorisce in auto
Partorisce in auto - La Repubblica

FIRENZE – C’è traffico, partorisce in auto

FIRENZE – Il maltempo ieri non ha portato solo cattive notizie, ma anche una nuova vita. Via del Ponte Sospeso, a poca distanza da Ponte alla Vittoria a Firenze. Rossella è in stato interessante e sta per partorire. Ma il maltempo ha bloccato la città e Gabriele, un informatico di 36 anni, capisce che non c’è più tempo. La sua compagna deve partorire. Come racconta La Repubblica, Gabriele si inginocchia vicino al sedile e vede spuntare la testa del piccolo Lapo. «Ho tirato fuori il capo del bimbo, l’ho preso in braccio – dice – e poi, dopo qualche secondo, l’ho consegnato a Rossella e chiamato il 118».

Gabriele, oltre che un ottimo padre sin dall’inizio, è stato un ottimo ostetrico anche se di mestiere, come detto, fa l’informatico. Non si è perso d’animo e il piccolo Lapo è nato sano, sta bene e non ha avuto alcuna complicazione. E anche la madre sta benissimo e racconta l’esperienza sempre a La Repubblica. «È stata un’esperienza bellissima – dice la mamma, 36 anni e già una figlia, Lara, di due anni e mezzo – non mi sarei mai immaginata di partorire in auto».

Rossella ha avuto le prime contrazioni intorno alle 5 del mattino e, così, alle 8 ha deciso insieme a Gabriele di andare a Careggi. Ma c’era traffico e Gabriele, che avrebbe chiesto strada pure alla Guardia di Finanza, che però sarebbe stata impegnata, si è ritrovato in via del Ponte Sospeso. E qui Rossella non ce la faceva più, con Lapo che aveva una voglia matta di venire al mondo. Rossella partorisce in auto e poi viene condotta all’ospedale di Torregalli. Adesso sta bene all’ospedale insieme al bambino.

Partorisce in auto - La Repubblica

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.