Home / Firenze / FIRENZE – Bullismo e problemi alimentari all’Isolotto
Genitori e Dintorni

FIRENZE – Bullismo e problemi alimentari all’Isolotto

Da domani all’ex biblioteca dell’Isolotto una serie di incontri gratuiti sulla genitorialità

A partire da aprile fino a maggio il Punto Lettura L. Gori è lieto di ospitare un ciclo di incontri rivolto tutto ai genitori e organizzato in collaborazione con l’Osservatorio Nazionale Abusi Psicologici (O.N.A.P.) e Genitoriinmovimento, il Comitato dei Genitori del comprensorio scolastico Montagnola-Gramsci- Quartiere 4-Firenze.

Essere genitori oggi è difficile, risulta quasi un’impresa: un ruolo quasi sempre autodidatta, dove spesso ci si trova arresi o preda di dubbi su questioni sempre nuove, sempre diverse. Dal bullismo al cyber bullismo, dai disturbi dell’alimentazione e dell’apprendimento (DSA/BES) alle nuove sfide educative che media e social network ci pongono ogni giorno.

Obbiettivo degli incontri non è fornire un‘decalogo del buon genitore’, bensì offrire delle occasioni di formazione e riflessione per mamme e babbi sempre in cerca, sempre di corsa ma comunque sempre in cammino!

Il percorso si compone di 5 incontri, liberi e gratuiti, che si terranno al Punto Lettura L. Gori, ex Biblioteca dell’Isolotto (via degli Abeti), dalle h 21:00 in poi a partire dall’8 Aprile: i temi trattati saranno Bullismo/Cyberbullismo; DSA/BES differenze e analogie; Genitorialità: ruolo del genitore e modelli identitari; Giovani e alimentazione; Come curare e curarsi con l’omeopatia.

Per info ulteriori scrivi a info@onap-italia.org oppure telefona al 345-5945221.

Carlo Casini

Giornalista pubblicista, collabora con varie testate e siti come ChiantiSette, BisenzioSette , Isolottolegnaia.it. Sociologo di formazione ed esperto intervistatore, ha lavorato nel mondo della ricerca sociale, del terzo settore e della comunicazione, ma anche nell'ambito agricoltura, ambiente e venatoria. È stato collaboratore direttivo per la Regione Toscana e ha collaborato con Caritas, Mcl, Noi. È innamorato della propria terra, ama il contatto con la natura , riscoprire angoli dimenticati e tradizioni.