Home / Ambiente e Agricoltura / Fiera tradizionale a Subbiano (AR) il 1° dicembre
Confesercenti

Fiera tradizionale a Subbiano (AR) il 1° dicembre

Domenica 1 dicembre per tutto il giorno bancarelle e negozi aperti, caldarroste a Subbiano in Provincia di Arezzo.

Confesercecenti organizza a Subbiano la “fiera tradizionale”. Domenica 1° dicembre torna l’iniziativa curata dal Consorzio Promo Commercio di Confesercenti e dal Comune di Subbiano, in collaborazione con la Pro Loco. La fiera animerà per l’intera giornata il centro storico del paese casentinese, recuperando la manifestazione rinviata lo scorso 10 novembre a causa delle avverse condizioni meteo. Negozi aperti e bancarelle in strada con prodotti tipici e varia offerta merceologica. Gustose ed interessanti le proposte della settima edizione. Per i buongustai è prevista la promozione “Il bosco in tavola” con i menù del bosco ai ristoranti della Cantina nel Borgo e al ristorante Da Chenno.

“La manifestazione – spiega Sara Livi di Confesercenti – è un momento di vetrina per le produzioni alimentari di qualità del Casentino. I mieli, le castagne, il prosciutto, i formaggi e le tante altre delizie Casentinesi sono le eccellenze del territorio protagoniste ancora una volta della fiera tradizionale di Subbiano. La manifestazione sarà inoltre una piacevole occasione per scoprire le bellezze artistiche del Borgo storico del paese e gustare i sapori dei prodotti tipici autunnali dai funghi alle caldarroste. Un appuntamento quindi da non perdere per i buongustai oltre per chi vorrà fare shopping o trascorrere piacevoli momenti in famiglia.”,.

Nel centro storico del paese saranno presenti per l’intera giornata 20 aziende artigiane e di prodotti agroalimentari di prima qualità. Circa 40 invece gli ambulanti con abbigliamento, scarpe, borse, casalinghi, gastronomia selezionati per merceologie al fine di garantire un’ampia pluralità di prodotti. “Il Consorzio Promo Commercio – ricorda la Presidente Alessia Cappanni – è nato con la finalità di accrescere le potenzialità commerciali dei mercati e delle fiere, rilanciandone il ruolo e la funzione e creando nuovi eventi che siano momenti di interesse e di attrazione”.