Home / Economia / ECO CLEAN – 50 posti a rischio. Tre giorni di sciopero alla Piaggio di Pontedera
eco clean pontedera
eco clean pontedera

ECO CLEAN – 50 posti a rischio. Tre giorni di sciopero alla Piaggio di Pontedera

Bandiere dei sindacati Cgil, Cisl ed Uil questa mattina di fronte ai cancelli di ingresso della Piaggio di Pontedera.

I sindacalisti solidarizzano con i dipendenti della Eco Clean, la società che, dal febbraio del 2012, provvede alle pulizie dei padiglioni dell’azienda pontederese. I dirigenti di Eco Clean hanno comunicato ai suoi dipendenti di voler rinunciare al servizio dal prossimo 31 dicembre. «Che ne sarà dei cinquanta addetti alle pulizie?» si chiede Claudia Vargiu, sindacalista di Cisl/Fisascat, che da tempo segue la vicenda.

La sindacalista ricorda come, ormai dal 1998, è il consorzio Evolve ad aggiudicarsi l’appalto delle pulizie all’interno dello stabilimento Piaggio. Servizio che viene affidato a questa o quella cooperativa che fa parte del consorzio. I lavoratori della Eco Clean hanno già cambiato, dal 2007 ad oggi, almeno quattro titolari: erano dipendenti di Gsi, che svolgeva il servizio di pulizie in contemporanea con Isma, lo sono stati di Italpulizie, in seguito sono stati assunti da Isma, infine, appunto, da Eco Clean.

Purtroppo ogni passaggio è un salto nel buio. Il consorzio Evolve avrebbe già individuato – secondo quanto appreso dai sindacati – una cooperativa del suo stesso gruppo disposta a subentrare ad Eco Clean. Ma nessuna garanzia sarebbe stata offerta sul mantenimento di tutti i posti di lavoro e sulla retribuzione del personale, che già adesso riscuote una paga oraria molto bassa, intorno ai 7 euro.

Perciò Cgil, Cisl, Uil ed Ugl chiedono ai vertici di Piaggio e del consorzio Evolve un incontro, per fare il punto della situazione. Lo sciopero dei dipendenti andrà avanti ancora per due giorni. In attesa di una (auspicata) buona notizia.

fonte: Ufficio Stampa

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.