Home / Cucina / DOLCI – Una variante alla versione classica, torta di pesche
peach crumble
peach crumble

DOLCI – Una variante alla versione classica, torta di pesche

Questa è una variante del più tipico apple crumble, dolce di origine inglese diffusissimo in tutta la cucina anglosassone. Ora, essendo mesi che abbiamo mangiato mele, mele, mele… ed un altro mese che alla mensa della scuola dove lavoro non fanno altro che propinarci mele, mele e mele, ho deciso di proporre una variante più estiva, visto che si sta avvicinando!

Ingredienti:

  • 180 gr farina 00
  • 100 gr di maizena
  • 60 gr zucchero semolato
  • 150 gr di burro
  • 2 uova
  • 2 grosse pesche

Scaldate il forno a 180°, mettete in un mixer la farina, le uova, lo zucchero, il burro morbido a pezzetti e un pizzico di sale. Azionare l’apparecchio fino ad ottenere un impasto omogeneo che va lasciato raffreddare per almeno 30 minuti in frigo.

Se non avete il mixer impastate a mano, possibilmente su una superficie fredda poiché il segreto di questa torta sta nel non riscaldare l’impasto durante la lavorazione. Mentre la pasta riposa affettate le pesche e mettetele in una casseruola con 2 cucchiai di zucchero e lasciatele ammorbidire per una decina di minuti.

Dividete la pasta in 2 parti: stendere una parte dell’impasto su una teglia rettangolare in uno strato alto circa ½ cm, adagiatevi sopra le pesche e coprite con il resto dell’impasto lasciandolo cadere a grosse briciole sulla superficie. Infornare per 30-35 minuti. La superficie deve risultare dorata (se è nera avete sicuramente sbagliato qualcosa :p). Sfornare e tagliare a quadretti. Servire freddo.

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.