Home / Economia / Costa Concordia il rilancio di Piombino per Confesercenti
Confesercenti

Costa Concordia il rilancio di Piombino per Confesercenti

Per Confesercenti Toscana lo smaltimento della Costa Concordia è un’occasione unica per un’area pregiata da valorizzare con scelte di vera e propria green economy promuovendo forme di sviluppo sostenibile quale è il porto di Piombino.

La presidenza regionale di Confesercenti Toscana si è riunita stamane in via del tutto straordinaria presso la sede di Piombino per affrontare le problematiche che riguardano la Val di Cornia e l’Arcipelago Toscano con particolare riferimento alla crisi della Lucchini e alle vicende collegate al recupero della Costa Concordia, ma anche per confermare il ruolo del Turismo in un area cosi pregiata e ricca di risorse ambientali.

Alla riunione ha preso parte, oltre ai dirigenti Confesercenti di tutta la Toscana, anche il Sindaco di Piombino Gianni Anselmi.

Costa Concordia

Costa Concordia

L’obiettivo di questo incontro ha inteso testimoniare la vicinanza di Confesercenti Toscana alle imprese, ai lavoratori ed alla cittadinanza di queste zone duramente colpite da queste due vicende e sottolineare l’urgenza di politiche di economiche di rilancio produttivo. In particolare Confesercenti Toscana sostiene con forza l’iniziativa della Regione e delle autorità locali di concentrare nel porto di Piombino lo smaltimento della Costa Concordia nella prospettiva di una valorizzazione di tale approdo per tutto il settore nautico in disarmo.

Il presidente di Confesercenti in proposito ha detto:

“Sarebbe assurdo che la demolizione della Costa Concordia fosse realizzato in altre aree del Paese. Noi ci opporremmo con forza e determinazione. La Scelta di Piombino costituisce un approdo naturale tale da produrre una ricaduta positiva nel tessuto economico e occupazionale. Un’area pregiata da valorizzare anche con scelte di vera e propria green economy promuovendo forme di sviluppo sostenibile”.

In questo contesto il settore del Turismo e del Commercio può costituire una risorsa anche occupazionale, se opportunamente sostenuto da una promozione finalizzata al rilancio di queste eccezionali bellezze storiche ed ambientali purtroppo oscurate dalle vicende di questi anni. Di tutto ciò Confesercenti Toscana investirà la Direzione Nazionale dell’Associazione ed Rete Imprese Italia.

fonte: Confesercenti Toscana