Home / Ambiente e Agricoltura / CASTELFIORENTINO – 180 giovani alle attività estive del CIAF
campi estivi

CASTELFIORENTINO – 180 giovani alle attività estive del CIAF

Cinque gruppi suddivisi per fasce di età, dai 4 ai 17 anni. L’Assessore Cappellini: “Numero di richieste notevolmente aumentato rispetto allo scorso anno”

Centottanta giovani di Castelfiorentino, dai 4 ai 17 anni, hanno partecipato quest’anno alle attività estive promosse dal CIAF, il Centro Infanzia Adolescenza e Famiglia, che insieme all’Amministrazione Comunale ha voluto condividere i risultati di quest’esperienza con una festa realizzata alla fine di luglio insieme ai bambini e alle loro famiglie.

Le attività estive, articolate in 5 gruppi suddivisi per fasce di età (4-6 anni, 7-9 anni, 10-11 anni, 12-17 anni oltre al camp di protezione civile), avevano come tema unificante l’ambiente, intorno al quale sono state realizzate anche numerose iniziative all’aperto.

Dalle “mie prime scoperte in archeologia” all’esperienza “con i sensi della natura”, i gruppi di bambini dai 4 ai 9 anni hanno potuto spaziare dai laboratori allo sport (come il karate), dalle uscite ai piedi alle gite con il pulmino, dirette verso il Campo gara di Granaiolo, il Planetario e museo della scienza di Firenze, Villa Demidoff (dove hanno preso parte ad una avventurosa caccia al tesoro), il bosco di Germagnana, la fattoria per la pace Ippoasi. Ogni uscita è stata accompagnata da un laboratorio a tema, affinché i bambini potessero elaborare l’esperienza vissuta ed averne un ricordo da mostrare ai genitori.

Numerose escursioni hanno coinvolto i ragazzi di 10-11 anni inseriti nel gruppo “Io rispetto il pianeta”, con passeggiate lungo il corso dei fiumi, nel bosco o presso le fattorie, che hanno favorito anche la nascita di nuove amicizie, mentre quelli dai 12 ai 14 anni hanno seguito un intenso programma per diventare giovani operatori della Protezione Civile.

i ragazzi più grandi (12-17 anni) hanno avuto infine la possibilità di stimolare le proprie facoltà di apprendimento attraverso un “laboratorio di ceramica” (in collaborazione con l’associazione “Giglio d’arte) e la propria sensibilità per il patrimonio ambientale tramite il Geocaching, una tecnica di scoperta dei paesaggi più belli attraverso la ricerca dei contenitori (i “cache”) nascosti in ogni angolo del pianeta dai geocacher. Una tecnica che unisce in modo divertente lo strumento del GPS all’amore per il territorio, e che i ragazzi hanno potuto sperimentare “sul campo” collocando un primo punto GPS presso la Pieve di Sant’Ippolito.

“Il tema generale di ogni gruppo – sottolinea l’Assessore alle Attività Educative, Marco Cappellini – è stato l’ambiente, declinato attraverso un’offerta educativa di elevata qualità. Anche per questo motivo il numero di richieste di quest’anno è notevolmente aumentato rispetto al passato, tanto che abbiamo lavorato molto – insieme all’associazione Cetra – per accogliere il maggior numero possibile di bambini che si trovavano nelle liste di attesa”.

Info. Per seguire le attività del Ciaf: 0571.629674, ciaf@comune.castelfiorentino.fi.it, www.ciafcastelfiorentino.it

Beatrice Rossi

Beatrice, 33 anni. Collabora con Reato d'Opinione per cui tiene la pagina di Storia dell' Arte, in cui è laureata, è food blogger di successo sul suo seguitissimo www.beatitudiniculinarie.it dove racconta le sue ricette in un lungo viaggio alla ricerca di nuovi e vecchi sapori. Artista non solo dei fornelli, nel tempo libero oltre a cucinare ama leggere, disegnare e dedicarsi all'artigianato artistico per cui è creatrice e venditrice.