Home / Arezzo / Il capolavoro di Bizet, ‘Carmen’, al Teatro Pietro Aretino
carmen

Il capolavoro di Bizet, ‘Carmen’, al Teatro Pietro Aretino

Martedì 4 novembre torna Arezzo all’Opera con la più passionale opéra-comique di tutti i tempi

Martedì 4 novembre, alle 19:00, “Carmen” di Georges Bizet arriverà al Teatro Pietro Aretino, unica sala nella provincia, Live HD dal Metropolitan Opera di New York, secondo imperdibile appuntamento di Arezzo all’Opera, all’interno de La Grande Stagione Live & Special 2014-2015 di Microcinema. Un evento realizzato grazie alla collaborazione tra l’Assessorato alla Cultura del Comune di Arezzo e Officine della Cultura.

Carmen, che appartiene al genere operistico francese dell’opéra-comique caratterizzato dalla presenza, accanto alle parti cantate, di dialoghi parlati, segnò la maturità artistica del suo compositore Georges Bizet, che realizzò un vero capolavoro, riconosciutogli solo postumo: la sottile orchestrazione, unita alla perfetta invenzione musicale fatta di melodie morbide e sensuali, che rispecchiano il carattere dei personaggi, hanno reso quest’opera una delle più rappresentate e applaudite in tutto il mondo.

Essa racconta della storia di passione e tormento fra Don José, caporale basco a Siviglia, e Carmen, sensuale gitana che, accusata di omicidio, riesce a fuggire l’arresto proprio grazie al soldato di cui si innamora. Sin dall’inizio l’attrazione fra i due è travolgente, ma la passione di Carmen per José va scemando, fino a svanire del tutto, a seguito del nuovo incontro con il torero Escamillo. La gelosia di José diventa accecante, Carmen lo affronta da sola in quello che sarà il loro ultimo sconvolgente incontro.

Per la direzione d’orchestra del Maestro Pablo Heras-Casado “La brillante e appassionante produzione” di Richard Eyre di Carmen (The New York Times) è la più seguita delle opere nella storia dei Live HD del Metropolitan Opera di New York. Anita Rachvelishvili interpreta la seducente gitana, un ruolo in cui è stata apprezzata nei maggiori teatri d’opera del mondo. Aleksandrs Antonenko è l’ossessionato caporale Don José, il promettente soprano Anita Hartig veste i panni di Micaela, e Ildar Abdrazakov è il torero Escamillo.

Anche per la proiezione di Carmen il Teatro Pietro Aretino accoglierà l’apertura di uno spazio ristorazione a cura del bar Caffè Piave. Un modo per ricostruire, anche in uno spazio piccolo ma accogliente, l’ambiente delle grandi occasioni teatrali, con possibilità di intrattenersi nel foyer del teatro durante l’intervallo tra gli atti.

Attenzione inoltre al #progettotandem: tra tutti i partecipanti a “Carmen” il possessore di un biglietto fortunato potrà assistere gratuitamente a “La grande guerra eppure si rideva” in programma presso il Teatro Verdi di Monte San Savino giovedì 15 gennaio 2015. Il numero di matrice del biglietto estratto sarà divulgato già da mercoledì mattina attraverso il blog e i social network di Officine della Cultura. Ai partecipanti alla proiezione non resterà che controllare il proprio biglietto.

Ulteriori informazioni telefonando al numero 0575 27961 o scrivendo a info@officinedellacultura.org. Costo del biglietto euro 12.

Prevendite: Officine della Cultura – via Trasimeno 16, tel. 0575 27961; Rete Teatrale Aretina – via della Bicchieraia 34 tel. 0575 1824380; Circuito Boxoffice Toscana (Arezzo c/o Ipercoop); on-line: www.boxol.it.

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.