Home / In evidenza / CANOA – Meloria Paddling Cup, la canoa sbarca a Calambrone
meloria paddling cup

CANOA – Meloria Paddling Cup, la canoa sbarca a Calambrone

La Coppa Italia Ocean Race arriva anche in Toscana e sbarca sul litorale pisano con la prima edizione della Meloria Paddling Cup del prossimo 18 aprile.

Tutti al Bagno Lido di  Calambrone il prossimo sabato per poter assistere alla prima tappa del campionato italiano del circuito Ocean Race.

La gara vedrà la partenza alle ore 13 con una regata competitiva di 20 chilometri in un difficile campo di gara, tra i più competitivi d’Italia, tra le secche del Meloria ed il faro schiplight. La manifestazione è organizzata con il supporto e il contributo delle associazioni di categoria della provincia di Pisa assieme al Comune di Pisa ai Canottieri Comunali di Firenze  e la Polisportiva Tassisti Fiorentini.

Buccoliero al centro in maglia rossa

Buccoliero al centro in maglia rossa

La conferenza stampa di presentazione che si è tenuta al Green Park Resort ha visto impegnati gli organizzatori e l’Assessore allo Sport del Comune di Pisa che ha accolto con grande apertura e disponibilità la proposta degli organizzatori di rilanciare anche per il prossimo anno la Meloria Paddling Cup come appuntamento internazionale. Queste le parole di Ugo Vieri uno degli organizzatori:

 “Abbiamo scelto Calambrone grazie alla generosità, disponibilità e accoglienza dimostrata da Rodolfo Rossi del Bagno Lido di Calambrone. I fari rappresentano un motivo di sicurezza per un circuito di gara tra i più competitivi, riservato ai veterani della canoa d’altura, provenienti da tutte le parti d’Italia. È previsto anche un circuito minore per Surfsky, di sei otto chilometri, possibile grazie alla collaborazione della Lega Navale di Livorno”.

Alla gara del prossimo weekend parteciperà anche Pier Alberto Buccoliero il Campione del mondo a Mosca di Paracanoa accompagnato nella tappa pisana da Giovanni Restivo dell’Associazione Fiaba Onlus con lo scopo di promuovere l’eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, sensoriali e psicologiche che bloccano i giovani paratleti.

Francesco Acciai

Nato a Bibbiena, paese più grande del Casentino in Provincia di Arezzo nel 1985. Vive a Firenze da oltre 7 anni e si occupa di Pubblica Amministrazione, di Web Grafica e SEO. Appassionato di fotografia e del mondo Android, segue costantemente l'evolversi di tutto quello che è tecnologia