Home / Firenze / Boxe: Grande vittoria di Mazzoni e Furiosi contro il Team Dobre
Vittoria al debutto da neoprofessionista per Cristian Furiosi
Vittoria al debutto da neoprofessionista per Cristian Furiosi

Boxe: Grande vittoria di Mazzoni e Furiosi contro il Team Dobre

Giacomo Mazzoni del Team Cavallari Ventura e Cristian Furiosi della Boxing Club Firenze vincono per K.O. tecnico contro gli avversari del Team Dobre Romania

I due incontri professionistici svoltisi alla riunione pugilistica organizzata lo scorso sabato alla palestra della Montagnola dalla Boxing Club Firenze si concludono con due spettacolari vittorie per K.O. tecnico dei due atleti fiorentini contro i rispettivi avversari romeni del Team Dobre Romania.

Cristian Furiosi, pugile neoprofessionista e calciante dei bianchi

Cristian Furiosi, pugile neoprofessionista e calciante dei bianchi

Grande debutto da neoprofessionista per Cristian Furiosi, pugile cresciuto alla Boxing Club Firenze, nel suo primo incontro professionistico contro George Mehedinteanu del Team Dobre Romania. Il mediomassimo già passato agli onori delle cronache sportive per la sua attività come calciante di fazione bianca – cosa che ha portato un notevole afflusso di tifoseria e una calorosa accoglienza tra il pubblico locale – esordisce con una vittoria prima del limite della seconda ripresa.

Il combattimento fin da subito ha avuto un unico protagonista:troppo il divario tecnico tra i due pugili. Furiosi fin da subito incalza con azioni violente e continue. Affonda praticamente tutti i colpi sia al corpo che al volto e in due riprese demolisce l’avversario: a fine della seconda ripresa Mehedinteanu resta passivo davanti ai continui colpi di Furiosi, al punto che l’arbitro interrompe il match , decretando il K.O. tecnico.

L’incontro tra Giacomo Mazzoni (Team Cavallari Ventura) e Gheorghe Satran (Team Dobre Romania) è  un match piuttosto combattuto fino a metà della terza ripresa: il pugile rumeno si distingue per colpi singoli ma veloci e piuttosto esclusivi. Fino alla seconda ripresa Satran si muove parecchio sulle gambe non accettando gli scambi, ma è Mazzoni che detta i tempi del combattimento: l’atleta fiorentino cerca di chiudere l’avversario alle corde, mantenendo la distanza con colpi lunghi e distinguendosi con alcune azioni in velocità, che vanno a incontrare Satran con alcuni importanti colpi in serie.

La terza ripresa vede Satran attaccare con più convinzione, ma è proprio su uno di questi attacchi che Mazzoni colpisce d’incontro con un destro corto e improvviso che causa il primo atterramento dell’avversario. L’arbitro conta e a metà conteggio Satran si rialza, ma è piuttosto scosso: sul finire della ripresa arriva infatti un secondo destro corto  lo atterra di nuovo. L’incontro sembra terminato e sia Mazzoni che il suo angolo esultano; l’arbitro però dichiara una scivolata.  Suona il gong di fine ripresa, ma il match continua.  Alla quarta ripresa il match finisce per K.O. tecnico ai danni di Satran che appoggia il ginocchio in terra almeno due volte per recuperare le forze.

Giacomo Mazzoni vs Gheorghe Satran

Giacomo Mazzoni vs Gheorghe Satran

 

Giacomo Mazzoni dimostra così un’ottima prestazione: per la prima volta in carriera vince prima del limite e lo fa dopo aver subito il brutto arresto alla prima ripresa durante il titolo italiano disputato a luglio; un incidente di percorso che in virtù dei fatti appena descritti risulta non aver inciso in maniera negativa nella testa del pugile. Nelle quattro riprese disputate alla Montagnola, Mazzoni è ripartito alla grande e ha mostrato una notevole preparazione sia fisica che mentale: il pugile stesso si dichiara pronto a battersi per il titolo italiano.

Carlo Casini

Giornalista pubblicista, collabora con varie testate e siti come ChiantiSette, BisenzioSette , Isolottolegnaia.it. Sociologo di formazione ed esperto intervistatore, ha lavorato nel mondo della ricerca sociale, del terzo settore e della comunicazione, ma anche nell'ambito agricoltura, ambiente e venatoria. È stato collaboratore direttivo per la Regione Toscana e ha collaborato con Caritas, Mcl, Noi. È innamorato della propria terra, ama il contatto con la natura , riscoprire angoli dimenticati e tradizioni.