Home / Arezzo / AREZZO – Nuove aperture tra i negozi del centro e alla multisala
negozi-arezzo

AREZZO – Nuove aperture tra i negozi del centro e alla multisala

Nuova vita per i negozi aretini, sia nel centro storico con i “vecchi” marchi che alla multisala con alcune novità.

Domani sabato di grandi ritorni e nuove aperture. Lo storico marchio di abbigliamento del Corso Italia Banchelli dopo una ristrutturazione dei locali riapre e raddoppia con una grande giornata di inaugurazione. Il raddoppio dei locali porta ad avere nel Corso oltre che l’abbigliamento uomo anche il reparto donna. Nel negozio storico per la città di Arezzo stessa proprietà e stessi dipendenti se non fosse per la guida del locale affidata ora alla moglie di Banchelli.

La seconda inaugurazione di questo sabato sarà invece una novità, la gelateria e cioccolateria artigianale Carlo. Apertura nei locali lasciati vuoti dal brand GLoft. Il marchio Carlo è nuovo per la città aretina ma nasconde dietro l’insegna il ritorno dell’imprenditore Carlo Viti che ha gestito dal 1997 al 2002 il Caffè del Corso per poi essersi sperimentato, con successo, nell’esperienza gelato e cioccolato in quel di Monte San Savino.

Il nuovo Carlo sarà aperto tutti i giorni continuativamente fino alle ore 22.00 per prolungare la chiusura estiva alle 24.00.

Un’altra novità per il capoluogo aretino sarà sempre sul tema dolci e gelato con la nuova gelateria in Via Guido Monaco Panna e Cioccolato. La nuova conformazione della Via sta attirando nuovi negozi, come sperato e ipotizzato dal Comune ed anche altre realtà si stanno avvicinando alle zone centrali della città; ne sono degli esempi la Macelleria Tonioni trasferita in Via Assab e la libreria Spazio Libero che nel prossimo aprile traslocherà in Via Pietro Aretino.

Al centro commerciale del multisala sono in corso attività di restyling dei locali e sono di questi giorni ed in arrivo nuove aperture come quelle di Arcaplanet e di una Para-Farmacia. Arezzo si prepara alla grande per la stagione primaverile ed estiva, allontanando i tempi buoi di qualche anno fa in cui i bandoni e le serrande venivano chiusi inesorabilmente.

 

Francesco Acciai

Nato a Bibbiena, paese più grande del Casentino in Provincia di Arezzo nel 1985. Vive a Firenze da oltre 7 anni e si occupa di Pubblica Amministrazione, di Web Grafica e SEO. Appassionato di fotografia e del mondo Android, segue costantemente l'evolversi di tutto quello che è tecnologia