Home / Arezzo / AREZZO – ‘Arte, jazz and friends’. Una sera in via de’ Redi
© Pierluigi Fresia - Non arrossisce l'io delle parole 2011

AREZZO – ‘Arte, jazz and friends’. Una sera in via de’ Redi

Galleria 33,  Luciferi Visionibus, La formaggeria presentano  ore 19.30 in Via de’ Redi n. 15, 16 Arezzo “Arte, jazz and friends. Una sera in via de’ Redi”.

stasera, venerdì 7 marzo, via de’ Redi ad Arezzo sarà location di una serata molto speciale, tra arte contemporanea, musica e convivialità.

Dalle ore 19.30, lo studio di sperimentazione fotografica e stampa Luciferi Visionibus presenterà, nella sua sede al n. 15, opere dell’artista torinese Pierluigi Fresia. Pierluigi Fresia è nato ad Asti nel 1962, vive e lavora a Pino Torinese. Attivo in Italia e all’estero dal 1993, i suoi lavori fanno parte di importanti collezioni d’arte private, di fondazioni e musei.

In esclusiva per l’atelier di fotografia sono state selezionate dal corpus dell’artista tre creazioni particolarmente significative: “Mio padre ha un anno in più di James Dean” 2009, “Non arrossisce l’io delle parole” 2011 e “Poet’s mother” 2013. Le opere resteranno esposte fino al 22 marzo in via de’ Redi 15.

Dal numero 15 al 16: la Formaggeria di Sergio Spiganti e Alessandro Visi propone, dalle ore 21, musica latin jazz e bossa nova con il gruppo Janela no rio.

L’iniziativa è promossa da Galleria 33 quale collaterale della mostra “Cortocircuiti cognitivi”, personale di Pierluigi Fresia a cura di Tiziana Tommei, in corso fino al 22 marzo presso Galleria 33 in via Garibaldi 33 ad Arezzo.