Home / Eventi e cultura / 25 Aprile – Festa della Liberazione a Vernio
vernio
vernio

25 Aprile – Festa della Liberazione a Vernio

Anche quest’anno l’amministrazione comunale di Vernio ha allestito un interessante programma di eventi per le celebrazioni del 25 Aprile.

Quest’anno il ritrovo dei partecipanti è alle ore 09.00 in Loc. La Storaia per la scopertura della targa di intitolazione di una strada comunale a Orlando Storai nato a Vernio il 12.9.1912, boscaiolo, comunista, vittima del fascismo. Residente dal 1930 in Corsica, parte per la Spagna all’inizio del 1937 arruolandosi nel battaglione Garibaldi. Ferito gravemente, rientra in Francia ed è internato nei campi del Vernet. In Italia viene inviato a Ventotene. Dopo l’armistizio torna in Toscana dove combatte nella Resistenza. Catturato dai fascisti, viene fucilato il 2 dicembre 1943 per rappresaglia dopo l’uccisione del tenente colonnello Dino Gobbi, comandante del distretto militare di Firenze.

Le commemorazioni proseguiranno alle ore 10 in Località “Le Rocce” presso il “Giardino del Presidente” dove si assisterà all’alzabandiera, alla deposizione della corona di alloro al monumento ai caduti e al discorso di commemorazione del sindaco Paolo Cecconi. A seguire la Santa Messa officiata in loco dal Parroco Don Giovanni Chiti.

Parallelamente una delegazione del Comune di Vernio con il gonfalone parteciperà, come ogni anno, alla manifestazione unitaria a Vaiano per la celebrazione del 68° anniversario della liberazione. Il programma vede il raduno alle ore 9.30 in piazza del comune a Vaiano e la messa alle ore 10 in suffragio dei caduti. Alle ore 10.30 partirà il corteo e alle ore 11 si terrà la commemorazione presso il monumento ai caduti.

Gli assessori della giunta comunale di Vernio, durante tutta la mattina, si recheranno presso tutti i monumenti ai caduti presenti sul territorio comunale per deporvi una corona di alloro.

fonte: Comune di Vernio

Redazione

La redazione di Toscana News inizia la sua attività nella primavera del 2013 mettendo assieme l’esperienza e le capacità di un gruppo di giovani giornalisti toscani che credono si possa fare informazione in un modo nuovo e con un progetto al passo coi tempi ed in stretto contatto con i propri lettori.